Miele aromatico e floreale o fruttato, nettare degli dei
Aromi

Miele: aromatico e floreale o fruttato, nettare degli dei

L’aroma del miele è vario come sono diverse le tipologie di miele, un aroma delicato quello di acacia, intenso quello di tiglio, amarognolo quello di castagno, pungente quello di eucalipto, gentile e fruttato quello di rododendro e del ciliegio giusto per citarne alcuni.

Il miele, definito dalla mitologia greca “nettare degli dei”, ha origini lontanissime: le prime arnie artificiali, realizzate dalle popolazioni ittite, risalgono addirittura al VI millennio a.C. Nell’antico Egitto 4000 anni fa gli apicoltori si spostavano lungo il Nilo per seguire, con le proprie arnie, la fioritura delle piante.

Furono i Sumeri che per primi iniziarono a produrre miele per scopi terapeutici in creme impastato con argilla, acqua e olio di cedro; la medicina ayurvedica considerava il miele come purificante, afrodisiaco, dissetante, vermifugo ed antitossico. I Greci e i Romani impiegavano il miele come dolcificante e come conservante per i cibi agrodolci. e e solo di recente ha trovato la sua diffusione anche in Occidente.

Monofloreali o millefiori?

Il miele è un prodotto di origine animale perché nasce dalla lavorazione del nettare che le api estraggono dai fiori e poi immagazzinano negli alveari. La lavorazione dell’uomo inizia dove finisce il lavoro dell’ape, ovvero alla fine delle fioriture, dopo che le api hanno immagazzinato ed opercolato il miele nei favi.

Sono migliaia le specie vegetali visitate dalle api, a seconda della fiorita da cui viene tratto il nettare, variano il colore, la consistenza del miele ma soprattutto il suo sapore e le sue proprietà organolettiche: ci sono mieli monofloreali per la presenza di un’unica tipologia di pianta su vaste aree e in genere sono i mieli più pregiati con aroma deciso, mentre i mieli millefiori dall’aroma più delicato derivano dal nettare raccolto da più piante di diverso tipo.

La ricchezza del miele:

Il miele è un ingrediente utilizzato in cucina che da sempre trova impiego anche in cosmesi. La sua composizione zuccherina, insieme alle proteine e ai sali minerali, lo rende un ottimo ingrediente idratante, emolliente e con proprietà restitutive per la pelle; i polifenoli e i flavonoidi di cui è ricco, gli donano un’azione antiossidante. Il miele vanta inoltre proprietà antibatteriche, antimicotiche, antinfiammatorie e protegge la pelle dall’aggressione degli agenti atmosferici.

Il miele ha tante proprietà, nei secoli è stato considerato un vero e proprio farmaco per prevenzione e cura, è un alimento antibatterico e antibiotico, alleato del sistema immunitario, ricco di antiossidanti naturali

Abbinamenti indicati:

  • Miele e cannella: le virtù nutrienti del miele e l’aroma dolce della cannella
  • Miele e fragola ideale per pelli secche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *