Schisandra: il seme dai cinque aromi e le sue virtù
Aromi

Schisandra: il seme dai cinque aromi e le sue virtù

L’aroma della Schisandra è contemporaneamente aspro, dolce, amaro, pungente e salato.

La schisandra è una pianta rampicante che si presenta con un fusto legnoso, foglie piccole, carnose ed appuntite di un color verde chiaro; i frutti sono bacche di colore rosso. Fiorisce da aprile a maggio.

Il nome schisandra, attribuitogli dalla medicina tradizionale cinese, significa “seme dei cinque aromi”, con riferimento ai cinque gusti che possono essere percepiti gustando il frutto: aspro, dolce, amaro, pungente e salato. Il suo vero nome è Schisandra chinensis e fa parte della famiglia delle Schisandracee, proveniente dalla Cina si è diffusa rapidamente nell’est europeo e nelle regioni limitrofe della Russia (dove le è stato dedicato anche un francobollo) e della Corea.

Direttamente dalla medicina cinese

Il suo nome cinese, wu wei zi significa “frutto dei Cinque sapori”: la buccia e la polpa del frutto hanno sapore agrodolce, i semi sono piccanti e amari, e tutto l’insieme ha sapore salato una particolarità che la medicina tradizionale cinese ritiene molto importante, al punto da annoverare la schisandra tra le 50 specie fondamentali della medicina cinese. Il particolare sapore delle bacche è dovuto alla loro composizione formata principalmente da un olio essenziale molto ricco, perché contiene numerosi tipi di acidi (citrico, malico, ecc…), monosaccaridi, resina, peptina, fosfolipidi, tannini, steroli e un’importante quantità di vitamine A, C ed E.

Le proprietà della schisandra:

La Schisandra, sebbene venga per lo più presa in considerazione per il suo aspetto estetico e per la sua capacità di abbellire giardini e pergolati, è una pianta utile contro lo stress e per stimolare il cuore e il sistema nervoso È  una pianta adattogena (cioè va dove c’è necessità), rafforza l’organismo aiutandolo a sostenere l’attività fisica e intellettuale, i suoi principi attivi agiscono positivamente sul nostro corpo per farlo, “adattare” a un periodo di forte stress, come per esempio l’arrivo della stagione fredda o momenti di tensione emotiva. Inoltre ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, protegge il fegato dalle tossine, grazie alla sua capacità di aiutare la rigenerazione delle cellule epatiche, inoltre essendo ricca di composti fenolici, è utile per il sistema respiratorio, i reni e il sistema nervoso.

Le parti usate sono i frutti con i semi completamente maturi essiccati al sole spesso sui rami stessi. I frutti possono anche essere consumati freschi ma generalmente si attende che siano essiccati per la gran parte dei loro impieghi. Le bacche essiccate sono utili per fare tisane ed infusi, ma anche bevande liquorose. Esistono anche dolci e succhi di frutta fatti con bacche dei cinque sapori. In medicina se ne usano anche le foglie giovani, la corteccia e le radici.

Abbinamenti indicati:

  • Schisandra e Cardo Mariano: i frutti di Schisandra favoriscono la funzione epatica ed hanno un’azione tonico-adattogena. I frutti di Cardo Mariano favoriscono la funzione epatica, la funzione digestiva, le funzioni depurative dell’organismo e il metabolismo dei carboidrati. I frutti di Schisandra e di Cardo mariano sono inoltre antiossidanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *